RaidLight

RaidLight

Ci siamo presi il lusso di bussare alla porta di Raidlight che prontamente ci ha aperto e ci ha invitato a chiacchierare con Enrico Vedilei, Team Manager, e le atlete Lara La Pera e Manuela Sabbatini.

Progettare e produrre in modo diverso, un binomio che e’ stato il marchio di fabbrica e innovazione di Raidlight. Cosa vuol dire far parte di una realta’ cosi’ importante?

Enrico Conosco la Raidlight da una dozzina di anni, mi ha sempre affascinato la realtà della Raidlight che ha da sempre pensato a soddisfare il cliente e per cliente intendo l’atleta. Difatti posso confermare che è stato il primo marchio di settore ad apportare delle modifiche sostanziose ad abbigliamento e accessori per la corsa in natura. Far parte di questo gruppo per me è un’onore perché mi hanno dato la possibilità di conoscere meglio il mondo del trail running e inoltre dato la possibilità di confrontarmi con realtà diverse da quelle italiane.

La Manu Innanzi tutto sono onorata di aver fatto parte di questo team 2017! E non nego la gioia se potessi ripetere una grande annata con la Raidlight che tra l’altro usavo come abbigliamento da quando ho conosciuto il Grande Enrico! Team hai ragione è una parola importante che ti da una certa responsabilità e in questo anno ho cercato di dare il massimo, non sono un atleta d’elité ma mi tolgo delle piccole soddisfazioni.

Lara Per me è stato un onore e di conseguenza un grande piacere fare parte di questo gruppo.

 

Penso che l’atleta Raidlight sia un atleta attento alla natura che lo circonda, com’è sempre stato il marchio di fabbrica, ne siete convinte?  

Enrico Convintissimo.

La Manu Sono convinta ovviamente e approvo ogni scelta che fa questo marchio sul rispetto della natura che lo circonda.

Lara Indossavo materiale Raidlight da un po’ di tempo prima di entrare a far parte di questo gruppo. Amo la natura e la corsa in natura, col materiale Raidlight mi sono sempre sentita a mio agio.

Ognuno di voi ha una storia da raccontare, uscite allo scoperto.

Enrico Corro da quasi 42 anni e le mie origini sono contadine, quindi sono stato sempre abituato alla natura e al rispetto di essa. Da piccolino correvo nei campi e scalzo, quindi per me è naturale correre in natura. Ai miei tempi non esisteva ancora la parola “trail running”, ma di queste gare ne ho fatte tantissime, le prime già negli anni 70′. Dal 2000 al 2004 ho vestito 8 volte la maglia della Nazionale sulla 100km su strada mentre dal 2009 al 2015 ho avuto la fortuna di gestire la Nazionale Italiana di Ultratrail e queste esperienze mi hanno dato tanto. Continuo a correre per passione, non più come una volta perchè non trovo più le motivazioni, ma finchè mi diverto e il fisico me lo permetterà, continuerò a farlo.

Chi è La Manu? Ho iniziato a correre 16 anni fa su strada, facendo tante gare fino a quando 7 anni fa scoprii la montagna, fu amore a prima vista e da li corro solo gare per sentieri. Ne ho fatte tantissime, tra cui le più importanti come quelle al Mont Blanc e finalmente anche il Tor Des Geants 15 giorni fa. Finisher anche li!

Lara La mia storia sportiva è iniziata prima che imparassi a leggere! Da piccola ho iniziato col nuoto, pallanuoto, nuoto in acque libere, km e km di acqua e onde fino a quando a trent’anni ho scoperto la corsa: maratone, ultra- trail, ultra-maratone… sempre lunghe distanze. Non amo la velocità, mi piace correre tanto, anzi di più!

 

Team manager e’ una parola importante, cosa vuol dire organizzare il gruppo secondo i canoni Raidlight.

Enrico Il 2017 è stato il primo anno che la Raidlight ha deciso di avere un Team Elite anche in Italia. Non è stato facile crearlo ma ho cercato di ottenere il meglio che potevo e per farlo ho scelto di far rappresentare il marchio a 4 donne. Ognuno di loro hanno caratteristiche diverse, vivono in posti lontani fra di loro, ma la cosa che li unisce è proprio la passione per il trail running e il sorriso che hanno mentre corrono. I risultati del Team sono stati ottimi e sono fiero di loro. Spero che anche la Raidlight abbia contribuito ai loro risultati e spero che qualsiasi scelte verranno fatte in futuro, la nostra amicizia non cambi MAI.

 

Chi di voi ha solcato i deserti come il grande capo Laval?

Enrico Dal 2006 al 2008, insieme ad Aurelio Michelangeli e Lorenzo Trincheri, abbiamo creato una società (Krakatoa Sport) importando il marchio Raidlight in Italia. Per meglio promuovere il marchio e visto che Lorenzo era in procinto di partecipare alla sua prima MdS, da protagonista (8° nel 2008, 6° nel 2009 e 5° nel 2012), a fine 2007 abbiamo organizzato una gara a tappe di 100 km totali, nel deserto Libico dell’Akakus. Oltre a organizzarlo, l’ho anche corsa, facendo da scopa e quindi gustandomi il bellissimo paesaggio in modalità turistica.

La Manu Nessun deserto ho solcato ancora ma di montagne ne ho viste tante! Sicuramente appena avrò delle possibilità proverò anche il deserto, un sogno da realizzare assolutamente!

Lara Mai corso nel deserto. Ma ho corso su montagne meravigliose: Monte Bianco, Cervino, Dolomiti, Appennino Tosco Emiliano e la mia amata Etna, che alle volte ricorda il deserto… quello lunare!

 

Cosa vedete nella sfera di cristalli Raidlight?

Enrico L’acquisizione del marchio da parte del Gruppo Rossignol, sicuramente darà più visibilità a tutto il marchio e speriamo anche agli atleti che lo rappresentano. Come Team Manager mi auguro che venga rinforzata il Team Elite Italia, e spero che ognuno di noi avrà la possibilità di fare da esempio a principianti che si apprestano ad entrare nel mondo del trail running e non solo.

La Manu Nella sfera dei cristalli Raidlight vedo solo una cosa: SUCCESSO!

Chi lo ha scritto