VertiKal di Punta Martin

VertiKal di Punta Martin

“Il Martin è il Martin”.

Ho sentito così tante volte questa frase che alla fine mi son deciso ad andare a vedere cosa significasse, quale fascino misterioso nascondesse quel crudo e nebbioso cocuzzolo. Così eccomi qui: sveglia ore 06.30, cinque ore di sonno scadente all’attivo, giusto per non prendersi troppo sul serio e via, verso Acquasanta beach. Sarà la mentalità da (pseudo) ciclista, sarà che negli ultimi 3 anni ad ottobre mi son sempre concesso un bel mesetto di stop per qualche infortunio, ma una gara a fine Novembre mi sembra tanto un viaggio nell’ignoto quanto un duro ed implacabile giustiziere, pronto a far pentire gli avventori meno in forma.

Continua a leggere

Due chiacchere con Roberto ‘Fluido’ Beretta

Due chiacchere con Roberto ‘Fluido’ Beretta

Nel 2007 il Mau Scilla estrasse a sorte il pettorale per l’ anno successivo del Trail del Monte Casto, ma per la gara lunga che all’epoca era 42 km. Nel luglio del 2008 mi diagnosticarono una malattia attualmente incurabile a cui tutt’ora non credo ma che sento dentro di me a tratti (ed e’ il 2017). Andai al Casto con lo scopo di riprendere in mano la mia vita e ancora con i postumi di un prelievo di midollo.  Conobbi in quella occasione Roberto Beretta, in arte Fluido, che mi accompagnò in ultima posizione al traguardo. Fu molto importante per me.

Continua a leggere